Programmi Windows in Linux Mint e Ubuntu con Wine

Programmi Windows in Linux Mint, Ubuntu e derivate, possono essere installati con WineHQ. Questa soluzione consente di convertire le istruzioni dei software per Windows nelle corrispondenti utili all'esecuzione in ambiente Linux.
Una soluzione che può convincere anche i più scettici a mettere alla prova Linux anche per le esigenze più specifiche. Ecco come dotarsi dei requisiti e come installare ed eseguire software per Windows in Linux.

Premessa

Se proprio non puoi fare a meno di una applicazione o un programma che usi in Windows, è probabile che possa funzionare anche in Linux Mint.
Dico probabile perché va chiarito subito che non tutti i software per ambiente Microsoft sono supportati o integralmente funzionali.

Linux Mint, come altre distribuzioni Linux, è in grado di interpretare il funzionamento di un programma per Windows e imitarne, dietro le quinte, il comportamento. Questo avviene per il tramite di una piattaforma di nome WineHQ.

Io consiglio di ricorrere a questa strada solo per programmi di modesta complessità. Alcune suite come la più recente Microsoft Office o quelle Adobe, sono tanto interconnesse all'ambiente Microsoft da non poter essere completamente replicate.

Ovviamente devi essere in possesso del file originale di installazione che ti servirebbe per installarlo, ad esempio, anche in un altro computer Windows.

Personalmente, visto che l’obiettivo vorrebbe essere quello di fare a meno del sistema operativo Microsoft, credo che dovresti poter trovare un programma alternativo, nell'ecosistema Linux, per ottenere il medesimo risultato.

La homepage del progetto Wine

Inoltre l’utilizzo di un programma per Windows all’interno di Linux pone problemi di sicurezza. Portare l’ecosistema di Windows all'interno di Linux consente l’esecuzione di programmi malevoli così diffusi in Windows. Ma Windows è dotato del filtro SmartScreen, in grado di avvisarti all'apertura di programmi potenzialmente nocivi. Oppure potrebbe farlo il tuo antivirus.
Linux non è in grado di offrirti protezione contro vulnerabilità di programmi per Windows che tu introduca dall'ambiente Microsoft!

Magari però hai un programma gestionale o di fatturazione o magazzino e allora la scelta è inevitabile. Ciò premesso potrai quindi verificare se il programma per Windows cui non puoi rinunciare può funzionare seguendo questi passi.

Installare WineHQ in Linux Mint 19 e Ubuntu 19

Le soluzioni per installare Wine in Linux Mint sono differenti per la versione 19 e 20 e relative basi Ubuntu.
Le versioni di Linux Mint e Ubuntu del 2019 consentono di dotare la propria installazione della piattaforma WineHQ già dal Gestore Applicazioni o Software Centre. Se cerchi programmi Windows linux wine su internet trovi talvolta informazioni non aggiornate che possono farti perdere tempo.

Apri il Gestore Applicazioni e se non vedi già l’icona di Wine nella schermata principale, digita wine nel campo di ricerca. Troverai l’icona accompagnata dalla dicitura Microsoft Windows compatibility layer e potrai installarla in un paio di click.

Wine nel Gestore Applicazioni di Linux Mint

Installare WineHQ in Linux Mint 20 e Ubuntu 20.xx LTS

In Linux Mint 20, l'installazione del pacchetto presente nel Gestore Applicazioni non è sufficiente e richiederebbe altre operazioni.
Preferisco quindi proporre la soluzione, da me testata, che ricorre alle istruzioni di installazione di Wine 6 in ambiente Linux Mint, Ubuntu e Debian, così come suggerito nel sito web ufficiale del progetto WineHQ.

Tale soluzione richiede di aggiungere alle origini software il repository del progetto, specifico per la propria versione di Linux Mint o Ubuntu.

Abilitare architetture a 32-bit nei sistemi a 64-bit

Anzitutto, se usi Linux in un sistema a 64-bit, devi abilitare l'architettura a 32-bit su cui WineHQ è basato.
Per capire quale sia l'architettura del tuo sistema, digita in una finestra di terminale il comando

uname -i

Il risultato è x86_64 per 64-bit o i386 per 32-bit.

Per abilitare l'architettura a 32-bit in un sistema a Linux a 64-bit devi digitare in una finestra di terminale, il comando

sudo dpkg --add-architecture i386

Digita la password quando richiesto. Il terminale tornerà subito in "attesa" di istruzioni senza ulteriori messaggi: significa che il comando è stato eseguito senza problemi.

Scaricare e aggiungere la chiave del repository WineHQ

Per autorizzare l'inserimento della base di Wine tra le fonti software affidabili devi prima scaricare la chiave che garantisce l'identità della fonte.
Puoi scaricarla dal collegamento https://dl.winehq.org/wine-builds/winehq.key o digitando nel terminale il comando

wget -nc https://dl.winehq.org/wine-builds/winehq.key

Salvata la chiave, la aggiungi ai repository con il comando

sudo apt-key add winehq.key

Oppure, dal menu del Gestore Aggiornamenti entri su Origini Software e la importi manualmente tra le chiavi di autenticazione.

Aggiungere il repository di Wine 6

I pacchetti del progetto WineHQ nella versione 6 sono ora considerati affidabili dal tuo sistema. Viene il momento di aggiungere il relativo repository (archivio) tra quelli già presenti.
A seconda del tuo sistema operativo, devi aggiungere manualmente, tra i Repository Aggiuntivi, nelle Origini Software, quello del progetto Wine

deb https://dl.winehq.org/wine-builds/ubuntu/ XXXX main

dove XXXX va sostituito con groovy, focal oppure bionic in base al tuo sistema e come indicato sotto.
Infatti, in alternativa, puoi anche digitare il comando in una finestra di terminale.

Versione OSComando per aggiunta repository
Ubuntu 20.10sudo add-apt-repository 'deb https://dl.winehq.org/wine-builds/ubuntu/ groovy main'
Ubuntu 20.04 e Linux Mint 20.xsudo add-apt-repository 'deb https://dl.winehq.org/wine-builds/ubuntu/ focal main'
Ubuntu 18.04 e Linux Mint 19.xsudo add-apt-repository 'deb https://dl.winehq.org/wine-builds/ubuntu/ bionic main'

Perfetto.

Installazione di Wine 6

Aggiornando la c.d. cache dei pacchetti disponibili con il comando

sudo apt update

sarai poi in grado installare la versione stabile del progetto con il comando

sudo apt install --install-recommends winehq-stable

La piattaforma è attiva nella tua installazione di Linux Mint, Ubuntu o base Debian. Puoi eseguire file .EXE, che si tratti del software stesso o del suo "setup".

Installazione software Windows in Wine

Installato WINE puoi fare doppio click sul file exe di Windows che vuoi eseguire o installare. La prima volta riceverai indicazione della necessità di scaricare pacchetti aggiuntivi.

pacchetto wine-mono necessario
installazione di Wine Gecko

Dopo ancora un po’ di pazienza per lo scaricamento e la configurazione dei nuovi pacchetti, il tuo programma Windows (o prima il suo programma di installazione se ne ha uno) dovrebbe partire.

installazione di un software per windows in Linux

Segui le istruzioni del programma di installazione e, se tutto va bene, al termine delle operazioni verrai avvisato della installazione completata e vedrai l’icona del programma sul desktop di Linux Mint e potrai avviarlo.

software per windows installato in Linux Mint con Wine

Se l’installazione non ti ha posizionato un’icona del programma sul desktop di Linux Mint, sappi che nel menu è stata creata la nuova voce Wine, all'interno della quale troverai impostazioni, programmi installati e la possibilità di disinstallarli.

wine nel menu di Linux Mint Cinnamon

Per la disinstallazione di programmi Windows in Linux ti consiglio, se disponibile, di usare il programma fornito col software che hai installato. Piuttosto che cliccare con il pulsante destro sull'icona del programma installato e scegliere Disinstalla.

Q4wine: un'utilità per semplificare le cose

Nei repository ufficiali, e quindi anche direttamente in Gestore Applicazioni di Linux Mint, è presente un'utilità degna di segnalazione.

È q4wine, che consente di semplificare molto la gestione dell'ambiente Windows simulato da Wine. E anche di installare in modo rapido, semplice, e spesso senza neppure avere il file di installazione windows, molti programmini di uso comune.

Se hai installato Wine, anche nella versione 6, io ti consiglio di provarlo. L'ho testato con successo benché sia precedente rispetto all'ultima versione di Wine.

Al primo avvio vi è un c.d. wizard, in diverse schermate, che richiede di personalizzare molti aspetti legati alla versione di Wine sottostante.
Io non ho modificato nulla rispetto a quanto suggerito e non ho incontrato alcun problema.

q4wine 1.3.3 linux mint con wine 6

Ho trovato funzionanti le varie utilità legate a Windows e ho installato e potuto usare senza problemi diversi programmi per i quali non mi è stato richiesto il file setup.exe per poterlo installare.

Io ho provato la versione 1.3.3 con Wine 6 in Linux Mint 20.1

PlayOnLinux: quando Wine non basta

Programmi Windows linux wine. Ok, ma se non riesci a far funzionare il tuo programma Windows potresti valutare l’installazione di PlayOnLinux che si appoggia a Wine. Semplificando ulteriormente l’installazione di diversi programmi. Programmi Windows linux wine.

Si tratta di un progetto che nasce per garantire la migliore compatibilità con Linux e WineHQ, di videogames realizzati per piattaforma Windows.
Ma i vari script testati sono disponibili anche per altri software e applicazioni che non siano giochi. Talvolta purtroppo però si tratta di versioni beta e quindi non troppo rifinite e dal risultato non garantito.

Trovi PlayOnLinux in versione aggiornata nei repository ufficiali di Linux Mint e Ubuntu.

Prima di installarlo ti consiglio però di verificare i software supportati in PlayOnLinux.

Installato PlayOnLinux, lo trovi nella categoria Accessori del menu di Linux Mint. Per utilizzarlo è necessario essere connessi ad internet.

Una volta avviato, l'elenco delle applicazioni supportate si aggiorna. Si possono quindi sfogliare le applicazioni per categoria e provvedere all'installazione. Questa, talvolta, non richiede neppure di avere a disposizione il file di installazione.
Alcune volte i programmi sono testati con una particolare versione di Wine e richiedono lo scaricamento (automatico) dei file coinvolti.

Al termine dell'installazione di un software per Windows con PlayOnLinux, potresti trovarne l'icona per l'avvio sul desktop.
Se così non fosse, lo trovi nella finestra principale di PlayOnLinux e sei in grado di avviarlo, modificarne la configurazione o rimuoverlo.

Conclusioni

Come premesso, Linux consente l'installazione, esecuzione e utilizzo di software progettati per l'ambiente Windows. Grazie ai progetti WineHQ e con l'ulteriore ausilio di PlayOnLinux dove Wine non basta.
Ma questo non significa che sia possibile usare la totalità delle applicazioni per Windows. È quindi necessario sperimentare, secondo le indicazioni suggerite, se il singolo programma possa essere utilizzato o meno.

Il supporto per applicazioni Windows in Linux consente di ampliarne le possibilità di utilizzo anche per esigenze molto specifiche.

Programmi Windows linux wine è un'esigenza spesso cercata in rete perché on sempre le informazioni sono recenti ed aggiornate.

Se non sei in grado di installare un programma che trovi indispensabile, il mio consiglio è quello di mantenere una partizione Windows attiva nel medesimo (o altro) computer. Spesso viene suggerito anche di installare Windows all'interno di Linux con la "virtualizzazione".
Il programma VirtualBox consente di fare proprio questo. Ma non sempre il risultato equivale a quello di una installazione "fisica".

Dal momento poi che il tuo computer deve disporre di potenza, spazio e memoria RAM sufficienti per far funzionare Linux e Windows contemporaneamente, è mia opinione che la virtualizzazione di un sistema operativo Microsoft Windows non sia la migliore soluzione in questi casi.

Diffondi la conoscenza!

2 commenti su “Programmi Windows in Linux Mint e Ubuntu con Wine”

  1. Salve, ho seguito la guida passo passo, ma l’installazione non è riuscita.

    Dopo aver digitato il comando : sudo apt update, compare il seguente codice di errore :

    E : voce 1 non corretta nel file list (etc/apt/sources.list.d/additional-repositories.list component)

    Cosa è andato storto ?

    Grazie per l’aiuto; sono un principiante in Linux.

    Giampietro

    Rispondi
    • Salve! Cosa è andato storto posso solo provare ad indovinarlo! Il messaggio significa che il repository non è corretto. Lo eliminerei da Origini Software nel menu principale sotto la categoria Amministrazione. Sotto repository aggiuntivi dovresti poterlo verificare e modificare.
      deb https://dl.winehq.org/wine-builds/ubuntu/ focal main
      è quello corretto per Mint 20 e 20.1. Se lo hai aggiunto da qui, le virgolette singole non servono. Se lo hai aggiunto da terminale ci vogliono.
      Sempre in origini software verifica che sia presente la chiave di autenticazione importata.
      Spero basti, fammi sapere. Ciao

      Rispondi

Lascia un commento